ADMO non si ferma!

0 Commenti
659 Visite

Il progetto “Match at home” nasce per dare una risposta concreta all’impatto negativo che l’epidemia dovuta al coronavirus ha avuto sul numero dei nuovi donatori. Infatti, l’impossibilità di realizzare eventi ADMO dedicati all’arruolamento dei ragazzi nelle piazze o nelle scuole tramite kit salivare, insieme al diffuso timore di andare in ospedale per donare in tempi di pandemia, ha determinato un calo di circa il 60% del numero di nuovi donatori iscritti al Registro IBMDR.

Ma sono oltre 200 le adesioni al progetto che l’Associazione sta ricevendo da chi desidera iscriversi in IBMDR e siamo convinti che ciò sia solo l’inizio!

Il progetto è promosso da tutta la rete della donazione del Servizio sanitario nazionale: Centro nazionale trapianti, Centro nazionale sangue, Registro italiano donatori midollo osseo Ibmdr con i suoi poli funzionali e sviluppata sul territorio da ADMO.

I requisiti di accesso sono sempre gli stessi: un’età compresa tra i 18 e i 35 anni, buone condizioni generali di salute e un peso superiore ai 50 kg.

Leggi l’articolo completo: https://www.ilrestodelcarlino.it/reggio-emilia/cronaca/midollo-donatori-dimezzati-e-a-causa-della-pandemia-1.5900616