Trapianto di midollo osseo eseguito ad Alessandria in staffetta con l’Austria nonostante il covid

0 Commenti
876 Visite

Staffetta con l’Austria per eseguire un trapianto di midollo osseo all’ospedale di Alessandria su un paziente tedesco che vive sul lago Maggiore e che era affetto da una malattia ematologica.

I medici hanno ritenuto che il trapianto fosse indispensabile, ma nel Registro italiano dei donatori non sono state trovate persone compatibili, inoltre, come spiega Lia Mele -Responsabile del Centro HLA dell’ospedale di Alessandria, all’interno della Medicina Trasfusionale diretta da Roberto Guaschino – «i due profili individuati nel Registro mondiale erano solo parzialmente compatibili». L’ospedale si è messo in contatto con il figlio del paziente, che però vive in Austra e per l’emergenza Covid e non poteva raggiungere Alessandria per il blocco delle frontiere. «A causa della pandemia è stato difficile reperire la sacca per il trapianto – commenta Francesco Zallio (Responsabile del Centro trapianti ematologia dell’Azienda ospedaliera), ma grazie alla collaborazione della Protezione civile e della polizia di frontiera siamo riusciti a creare una vera staffetta solidale.