Tutto ciò che non è donato è perso

0 Commenti
172 Visite

Mi chiamo Laura Bezzi e sono insegnante di Diritto presso l’Itis Nullo Baldini di Ravenna dove ricopro anche l’incarico di referente della Funzione strumentale ‘Ed. alla Salute’ da una decina di anni e grazie al quale sono nati o si sono consolidati proficui rapporti con varie Associazioni del territorio, fra le quali Admo.

Con i responsabili dell’Associazione Donatori Midollo Osseo è nata una preziosissima collaborazione che arricchisce i nostri studenti e che rappresenta un valore aggiunto all’interno del nostro Istituto.

Il nostro DS Antonio Grimaldi, crede e collabora per la realizzazione di questi incontri di sensibilizzazione dei nostri studenti sul tema della donazione, così come tutto il personale del nostro Istituto. Gli studenti hanno acquisito nuove conoscenze medico-scientifiche relative alle caratteristiche e alle potenzialità della donazione del midollo osseo, alle modalità di tipizzazione, di prelievo e di speranza di vita che è possibile donare a persone fragili che stanno affrontando momenti difficili della loro vita.

I responsabili dell’ADMO hanno arricchito la nostra scuola con professionalità e grande sensibilità offrendo anche la testimonianza di ragazzi, uomini o donne che sono guariti e hanno potuto raccontare la loro esperienza.

Credo fermamente che tutti dovrebbero mettersi a disposizione della collettività con la donazione del midollo osseo, credo pure che il Parlamento dovrebbe legiferare in tal senso rendendo obbligatorio tale strumento di solidarietà sociale, perché questo ‘gesto semplice’ nasconde Speranza e Vita. Cosa c’è di più bello se non essere consapevoli che nella vita hai regalato speranza ad altri e hai salvato una vita?  Mi viene in mente Tagore ‘tutto ciò che non è donato è perso’. Diamo un senso profondo alla nostra vita anche grazie a questi gesti di impegno personale.